Cav. Fabio Storchi

President e CEO

 

Curriculum Vitae

 

Dati anagrafici

 Fabio Storchi è nato il 17 dicembre 1948 a Campagnola Emilia (Reggio Emilia), dove risiede in via Giuseppe Moruzzi 15. E’coniugato con Edda Ongarini e ha quattro figli: Claudio, Paolo, Elena e Simone.

 Diplomato in ragioneria presso l’Istituto Tecnico “Gasparo Scaruffi” di Reggio Emilia, il 27 maggio 2019 il Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria dell’Università degli Studi di Modena e Reggio ha conferito a Fabio Storchi la Laurea Magistrale Honoris Causa in Ingegneria Meccatronica per le seguenti motivazioni:

 “La prestigiosa attività imprenditoriale, principalmente nei settori meccanico e meccatronico, l’impegno e le competenze profusi nelle importanti istituzioni in cui ha ricoperto ruoli ai massimi livelli, l’attenzione e la sensibilità verso la comunità nella quale vive e opera, il sostegno fornito allo sviluppo stesso del nostro Ateneo testimoniano l’eccellenza del percorso professionale e umano di Fabio Storchi e motivano eloquentemente la richiesta di conferimento ad Honorem della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica”.

 

Attività imprenditoriale

Fabio Storchi inizia l’attività imprenditoriale alla fine degli anni Sessanta e il 16 marzo 1970 fonda con i fratelli Fabrizio e Oscar, Comer, azienda con sede a Reggiolo (RE), di cui è stato presidente dal 1973 al 2018 e di cui mantiene una quota azionaria.

L’evoluzione dell’attività di impresa di Fabio Storchi si è ispirata nel tempo ai principi di gestione EFQM (European Foundation for Quality Management) applicati alle imprese europee di eccellenza. L’Azienda è intesa come nuovo modello di fabbrica intelligente, che mette la persona al centro e attua politiche di sicurezza e di sostenibilità, finalizzate alla creazione di valore a vantaggio di tutti gli stakeholders.

Fabio Storchi è Presidente, Amministratore Delegato e Legale Rappresentante di Finregg Spa, holding di famiglia, costituita il 19 novembre 1973, che opera in settori diversificati, afferenti a partecipazioni societarie in ambito industriale del settore meccanico, ad investimenti immobiliari e finanziari.

 Il 27 luglio 2016 Finregg ha conseguito il rating di legalità, uno strumento innovativo sviluppato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), in accordo con i Ministeri degli Interni e della Giustizia, che riconosce premialità alle aziende che operano secondo i principi di legalità, trasparenza e responsabilità sociale.

  

Le partecipazioni detenute da Finregg comprendono le seguenti società:

Comer Industries è leader mondiale nella progettazione e produzione di sistemi avanzati di ingegneria e soluzioni di meccatronica per la trasmissione di potenza, destinati ai principali costruttori mondiali di macchine per l’agricoltura, l’industria e la produzione di energia rinnovabile.

Per mantenere la leadership tecnologica e la capacità di competere sul mercato globale, Comer Industries ha focalizzato la propria strategia sulla Meccatronica e sullo sviluppo di sistemi meccanici intelligenti per la trasmissione di potenza, nel settore delle macchine operatrici mobili e industriali, in cui opera da quasi 50 anni.

Al 31 dicembre 2018, l’Azienda conta 1.480 addetti che operano in 6 stabilimenti produttivi e 5 filiali commerciali nel mondo, per un fatturato consolidato di 379 milioni di euro.

Il nuovo stabilimento industriale di Comer Industries, realizzato in via Fermi 1/3 a Reggiolo, nel 2016 ha ottenuto la menzione speciale Green Industries nell’ambito della Settimana della Bioarchitettura e della Domotica, la rassegna dedicata alle soluzioni sostenibili. Il fabbricato industriale è stato riconosciuto come una delle migliori architetture industriali ecocompatibili in Italia.

Comer Industries, per mezzo della controllata Comer Industries Components srl, nel 2006 ha realizzato un importante insediamento industriale a Matera, raddoppiato nel 2012, che occupa 250 addetti.

L’investimento ha apportato un significativo contributo all’incremento dell’occupazione in un territorio economicamente depresso del Mezzogiorno, arretrato dal punto di vista industriale.

La società, fondata nel 1967, è leader nella progettazione e produzione di organi di fissaggio ad elevato contenuto ingegneristico per i settori automotive, industriale, oil&gas e aerospace.

L’organico di Vimi Fasteners, al 31 dicembre 2018, conta circa 266 addetti e un fatturato di oltre 52 milioni di euro.

Vimi Fasteners è quotata in Borsa Italiana, sul mercato Aim, dal 2 agosto 2018, scelta strategica fondamentale per conseguire gli obiettivi fissati nel piano di sviluppo pluriennale.

Le risorse raccolte sono destinate allo sviluppo organico dell’azienda, con l’aumento della capacità produttiva e con l’incremento del market share in Europa.

Una forte attenzione è dedicata anche all’internazionalizzazione, in particolare nei mercati USA e Cina, dove si prevedono operazioni di M&A per consolidare la posizione nei business storici (automotive e industrial) e per aggredire nuovi segmenti di mercato (Oil&Gas e Aerospace).

 

La Meccatronica a Reggio Emilia

Fabio Storchi è stato il principale promotore a Reggio Emilia dello sviluppo del cluster della Meccatronica.

La meccatronica è la scienza che nasce dall’integrazione tra la meccanica, l’elettronica e l’informatica al fine di progettare, sviluppare e controllare sistemi e processi a elevato grado di automazione e integrazione.

Il distretto reggiano della meccatronica è composto da almeno 300 imprese, operanti in 6 comparti, con un fatturato di 6 miliardi di euro e 28.000 occupati. Si va dalla meccanica agricola, alle macchine industriali, ai robot, alle attrezzature per le autofficine, ai sistemi per la mobilità sostenibile ed intelligente, agli elettrodomestici, fino ad arrivare al grande settore dei componenti per macchine mobili ed industriali che vede nell’oleodinamica e nella trasmissione di potenza, due leadership a livello mondiale.

Se il territorio reggiano ha avuto un forte sviluppo negli ultimi decenni, in funzione delle competenze e delle conoscenze di progettazione e realizzazione di componenti meccanici di alta qualità, per il futuro il mercato richiede sistemi e soluzioni che integrano diverse parti e componenti. E’ questo il terreno proprio della meccatronica che accomuna ed integra meccanica, idraulica, elettronica e sistemi di controllo che si perfezionano continuamente, grazie alla diffusione sempre più estesa del digitale.

Con la meccatronica si potranno realizzare soluzioni ibride, sistemi capaci di essere monitorati a distanza e connettere tecnologie diverse; tutto ciò porterà ad integrare competenze, a creare partnership e reti tra imprese in grado di assicurare al cliente finale una soluzione costruttiva, completa e competitiva.

  

Le partecipazioni detenute da Finregg negli altri settori comprendono:

 

Cariche pubbliche

 

 

 

 

 

    

 

 

 

 

 

    di lucro che si autofinanzia per difendere, valorizzare e promuovere la tipicità del gusto, delle

    tradizioni culinarie italiane e della convivialità, quale cardine del vivere civile.

 

 

 

 

     Industriali di Reggio Emilia, assicurando sinergia e integrazione con Federmeccanica   

     nazionale, di cui è stato membro degli Organi statutari per diversi mandati.

 

     che promuove la conoscenza, l’attuazione e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa,

     ponendo la persona al centro dell’attività economica, favorendo la solidarietà contro ogni discriminazione e sviluppando la sussidiarietà per la costruzione del Bene Comune.

 

     con delega alle Relazioni industriali e ai Rapporti con l’Università.

  

Responsabilità sociale di impresa

    Tra i traguardi raggiunti in qualità di Presidente di Federmeccanica, il 26 novembre 2016, la firma del rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro con i tre sindacati nazionali di categoria, che ha rappresentato un salto di paradigma nelle relazioni sindacali, passando dalla logica del conflitto alla logica della collaborazione e della piena partecipazione dei lavoratori alla vita dell’azienda, per sostenerne la competitività nella sfida del mercato globale.

     Il CCNL firmato tra le parti valorizza il ruolo del contratto nazionale e della contrattazione: il primo, come fonte di regolazione dei rapporti di lavoro e garante dei trattamenti economici e normativi comuni ai lavoratori del settore, sull’intero territorio nazionale; la seconda, come luogo in cui si realizza, in azienda, l’incontro virtuoso tra salario e produttività. È stato introdotto inoltre il diritto soggettivo alla formazione per tutti i lavoratori, al fine di adeguare le loro competenze all’evoluzione delle tecnologie del settore. Infine sono stati istituiti e potenziati strumenti di welfare state che riguardano la sanità integrativa e la previdenza complementare ed altri benefit, messi a punto per rispondere ai bisogni specifici dei lavoratori.

  

Onorificenze e Riconoscimenti

 

    

 

 

  

Impegno sociale e Donazioni

 Fabio Storchi si è distinto nel corso della sua lunga carriera imprenditoriale per l’attenzione e la sensibilità verso la Comunità nella quale vive e opera.

 

    Si tratta di 90 quadri originali, creati da artisti di rilievo internazionale, ispirati alla Bandiera italiana, la cui origine risale al 1797 a Reggio Emilia, con il Primo Tricolore.

    La Famiglia Storchi si è aggiudicata le opere, esposte anche a Roma e Torino, in una vendita all’asta organizzata con finalità benefiche da Curare Onlus. Il ricavato della vendita, di 220mila euro, infatti, è stato destinato quale contributo della onlus alla realizzazione del Mire, il futuro ospedale Maternità e Infanzia in fase di realizzazione a Reggio Emilia.

     Le opere ispirate alla Bandiera, oggi in esposizione permanente nel Museo del Tricolore, sono diventate patrimonio della Città di Reggio Emilia.